Progetto Offerta Formativa

PREMESSA

 

IlPiano dell’Offerta Formativa (P.O.F.) costituisce l’identità culturale e progettuale della scuola dell’Infanzia “Lucia Filippini” e si caratterizza in quanto strumento operativo per la realizzazione della progettazione educativo-didattica. In esso vengono illustrate le proposte culturali, pedagogiche, didattiche e la gestione organizzativa delle attività.

Tale documento si ispira ai principi della Costituzione italiana ed è attuato ai sensi del Regolamento dell’Autonomia delle Istituzioni Scolastiche (D.P.R. n.275 del 08.03.99) del comma 4 lettera A della legge n. 62 del 10.03.2000 (parità scolastica), della legge n. 53 (28.03.2003) e del DL n. 59 (19.02.2004).

 

CHI SIAMO

 

La scuola dell’Infanzia “Lucia Filippini” gestita dalle Suore Maestre Pie Filippini, è una scuola cattolica, parrocchiale e paritaria, associata alla FISMdi Padova (Federazione Italiana Scuole Materne).

Si configura come luogo di formazione umana, sociale e culturale del bambino oltre che come ambiente privilegiato per una vitale esperienza di fede.

La proposta educativa della scuola valorizza ogni persona, riconosce e mette al centro il bambino, ispirandosi al Vangelo e al carisma trasmesso dal Cardinale M. Barbarigo e Lucia Filippini fondatori delle Suore Maestre Pie Filippini che avvalendosi di una plurisecolare esperienza, con questo progetto intendono contribuire allo sviluppo integrale della persona nel suo divenire e a quello della cultura nelle sue espressioni a servizio del territorio e della comunità ecclesiale.

Sono trascorsi poco piu’ di 50 anni da quel lontano 1962 quando le M.P.F. hanno preso in carico la gestione organizzativa e didattica della Scuola dell’Infanzia parrocchiale di Limena adoperandosi in numerose attività per l’educazione dei giovani, delle famiglie oltre che dei piccoli e continuando il loro servizio nella comunità parrocchiale di Limena. 

 

All’epoca la scuola era ubicata in un altro edificio parrocchiale, mentre al termine degli anni ’60 è stata costruita l’attuale sede, che si trova sempre nelle prossime vicinanze della parrocchia, ma che ha visto, nel corso degli anni, un progressivo e costante miglioramento e adeguamento delle strutture.

 

PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA

 

 

La Scuola “S. Lucia Filippini” è composta da cinque sezioni: 

Coccinelle, Farfalle, Orsetti, Pesciolini, Coccodrilli, di cui quattro suddivise in tre ambienti (classe, spogliatoio e bagno) e una sezione costituita solo dalla classe (che condivide il bagno con la sezione vicina). Una zona centrale e direttamente raggiungibile da tutte le sezioni è costituita dall’ampio salone attrezzato, che funge da luogo di attività strutturate e libere e da sede per gli incontri con le famiglie (assemblee, riunioni, feste).

Attraverso un corridoio comunicante con le sezioni si raggiunge la zona pranzo divisa dalla cucina e la zona dormitorio. Le attività di intersezione, ad eccezione dell’attività psicomotoria, si svolgono in una stanza adibita a laboratorio, comunicante con il corridoio. Tutte le sezioni, tranne una, comunicano direttamente con il giardino posteriore, giardino che possiede zone d’ombra e possibilità di ampi spazi per attività ludiche. Il giardino anteriore, invece, è ad uso esclusivo del gioco libero, essendo attrezzato con strutture ludiche fisse.

 

L’organico del personale docente e non docente è composto dalla coordinatrice appartenente all’ordine religioso delle Maestre Pie Filippini, che svolge anche insegnamento di Religione, 5 insegnanti titolari di cattedra, 1 insegnante per il sostegno e potenziamento,; tre per le attività integrative: un’insegnante madrelingua inglese, un’insegnante diplomata in Scienze Motorie, un’insegnante diplomata al Conservatorio e un’altra per il dormitorio. Inoltre, è presente una cuoca ed un aiuto, e un’ausiliaria con mansioni di pulizia dei locali .

 

 

 

 

 

REGOLAMENTO

 

1.ORARIO DI FUNZIONAMENTO

 

ENTRATA:dalle 8:00 alle 9:00

Dopo le 9:00, nonsi accetteranno più bambini (a meno che il genitore, per gravi motivi, non avvisi telefonicamente). I bambini in ritardo dovrannoentrare in aula da soliper non disturbare l’organizzazione della scuola e le attività iniziate. Si raccomanda vivamente di rispettare gli orariper il buon funzionamento dell’attività scolastica.

 

USCITE:1a.dalle 12:30 alle 13:10

2a.dalle 15:30 alle 16:00

 

Coloro che nel corso dell’a. s. abbiano necessità di programmare per il proprio bambino visite mediche o specialistiche, sono pregati di comunicarlo in Direzione. Il rientro è consentito fino alle 11,30, orario pranzo (previa telefonata).

Dopo le 16:00, al momento del ritiro del bambino nessuna persona, per motivi di sicurezza, deve soffermarsi nei locali interni ed esterni, 

(la scuola non risponde in caso di incidente).

Eventuali uscite anticipate sono consentite solo previo accordo con la Direzione.

PRE-SCUOLA:a pagamento dalle ore 7:30 alle 8:00

POST-SCUOLA:a pagamento dalle ore 16:00 alle 17:00. Questo servizio verrà effettuato con un numero minimo di 10 bambini. 

In caso di ritardo nel ritiro saranno applicate quote aggiuntive 

di5,-per ogni quarto d’ora.

 

2.MODALITA’ DI RICONSEGNA DEI BAMBINI

 

Non si consegnano bambini ad estranei o minori di 18 anni, anche se fratelli e sorelle. Dal momento della consegna la responsabilità sarà del genitore o del delegato/a . (I genitori che desiderano delegare altre persone a ritirare il/la proprio/a figlio/a devono compilare il modulo di delega, allegandofotocopia del documento d’identità e consegnando il tutto all’insegnante di classe).

 

3.PRANZO

 

Il pranzo viene preparato dalla nostra brava cuoca seguendo il MENU’approvato dalle dietologhe dell’U.L.S.S. 6.

Lo stesso potrà essere modificato per alcuni bambini previo certificatodelmedicoo pediatra o allergolo presentato all’inizio di ogni anno e/o in qualsiasi momento del manifestarsi della malattia. 

 

Dovrà pervenire un attestato per i bambini appartenenti ad un “Credo” diverso che escludono nella loro dieta alcuni alimenti (es. carne di suino).

A tavola le insegnanti attivano un processo di educazione alla salute attraverso una corretta alimentazione e dal momento che a Scuola viene distribuita la merenda non è permesso portare caramelle, succhi di frutta, merendine, bottigliette, gomme da masticare, etc. 

Nei limiti del possibile, far fare colazione a casa. Anche negli orari di uscita non è permesso ai genitori dare agli altri bambini caramelle, biscottini, patatine.....per evitare problemi con bambini allergici.

4.RIPOSO

 

I bambini di 3 anni al pomeriggio effettuano un riposo di 1h e ½ ca. per soddisfare il loro bisogno psicofisico e consentire il rilassamento. Dormire a scuola è per il bambino una grande conquista. 

Per il riposo i bambini necessitano di :

cuscino con federa, tela cerata, lenzuola da lettino con elastico ai 4 angoliadatto alla brandina e copertina,il tuttocontrassegnato da nome e cognomescritto in modochiaro e visibile.

Il corredino va ritirato e lavato ogni fine settimanaanche qualora il bambino dovesse essere assente.

 

5.CORREDO

 

Tutti i bambini devono portare: 

*un cambio completo composto da mutandine, calzini, canottiera, pantaloni, maglietta, felpa calzini anti-scivolo che andrà sostituito a seconda della stagione e connome in evidenza

*una confezione intera di fazzoletti bianchidi carta 

*una scatola di 24 pennarelli fini lavabili

*due fototessere recenti del bambino

*portatovagliolo con asola per appendere e bavaglinomunito di elastico chiuso, il tutto, deve essere personalizzato da 

nome e cognome ben visibile ed indelebile.

Raccomandazioni:

- scarpe con strappi e senza le luci. 

- nel periodo estivo maglietta a 1/2 manica, cappellino e sandali (no ciabatte di qualsiasi genere compreso infradito)

- capelli sempre legati

- NO sciarpe ma Scalda collo 

 

 6.QUANDO IL BAMBINO SI AMMALA...deve stare a casa.

 

...I genitori non devono accompagnare il figlio a scuola quando presenta sintomi di malattia acuta in atto: febbre, vomito, diarrea, manifestazioni cutanee, congiuntivite, parassitosi.

Nel caso di malattie infettive, i genitori sono invitati a collaborare con la scuola per evitare il diffondersi dell’infezione nella collettività. I genitori riceveranno il modulo di allontanamento con l’allegataautodichiarazione da compilarsi e consegnare il giorno stesso del rientro a scuola del bambino.

In caso di allontanamento per febbre, il bambino deve essere tenuto in osservazione per almeno 24 ore prima del rientro.

Il bambino con CongiuntivitePediculosi, deve rimanere a casa fino al giorno successivo al trattamento disinfestante auto dichiarato dal genitore con la suddetta dichiarazione scritta nella quale si attesta di aver contattato il Medico e di essersi attenuto alle sue indicazioni per quanto riguarda la terapia ed il rientro in comunità.

 

CERTIFICATO MEDICO

Ricordiamo che dopo 6 giorni di assenza (compresi il Sabato e Domenica), il bambino potrà rientrare a scuola solo presentando il certificato medico.

(D.P.R. 22.12.1967, n. 1518, art. 42 e dpr 314/90 art. 19)

In linea generale, per la riammissione alla frequenza scolastica, non è sufficiente l’assenza di sintomi di malattia, bensì è necessario che il bambino si sia ristabilito al punto da poter partecipare adeguatamente alle attività scolastiche e non richieda cure particolari che il personale non sia in grado di garantire senza pregiudicare l’assistenza agli altri bambini...”

Rif.: (Manuale per la prevenzione delle malattie infettive nelle comunità infantili e scolastiche).

Le assenze per motivi non di salute non richiedono il certificato di riammissione, purché la famiglia abbia informato, precedentemente, il personale della scuola.

 

Non si somministrano medicinali durante l’orario scolastico solo in caso di farmaci Salvavita.I genitori sono caldamente pregati di non lasciare nelle tasche degli zainetti o dei vestiti dei bambini medicinali da prendere...

Nei casi particolari i medicinali vanno consegnati in Direzione.

 

 

 

E’ vietatofar portare a scuola oggetti di valore,( collanine, braccialetti, orecchini....) e giocattoli.

In caso di smarrimento, la Scuola non ne risponderà.

 

Icompleannidei bambini vengono festeggiati in sezione una volta al mese, (l’ultimo venerdì). La scuola penserà per i dolci.

 

7.ISCRIZIONE e REISCRIZIONE

 

La quota richiesta quale contributo per le annuali spese di assicurazione e didattica va versata all’atto dell’iscrizione e reiscrizione di ogni anno (febbraio), è di 100,- 

Nel caso di ritiro del bambino la quota non viene restituita.

 

8.QUOTA MENSILE

 

Aggiornata all’inizio di ogni anno scolastico comprensiva di mensa e di attività scolastica è di: 160,-per i residenti nel Comune 

€ 118,-per i residenti a Limena e rientranti nella 1a. fascia €125,-per i residenti a Limena e rientranti nella 2a. fascia €143,-per i residenti a Limena e rientranti nella 3a. Fascia

€ 190,-per i residenti fuori Comune 15,-per coloro che usufruiscono del servizio PRE-SCUOLA

(07,30-08,00).

€ 30,-per coloro che usufruiscono del servizio POST-SCUOLA

(16,00-17,00).

Tale quota va versata tassativamenteentro il 10 del mese per tutti i mesi da Settembre a Giugno compresi. 

La riscossione potrà avvenire in contantipresso la Scuola o con Bonifico Bancario intestato a: 

 

Parrocchia S.S. Felice e Fortunato “Scuola Materna” presso la 

Banca Patavina Credito Cooperativo di S. Elena e Piove di Sacco 

IBAN: IT 51Y0872862610000000467379 

(scrivere sulla causale Cognome e Nome del bambino, Sezione e mese di riferimento)

NB: In caso di assenze soloper malattiasuperiori ai 15 giorni consecutivi, previo certificato medico, ci sarà una riduzione della quota pari a 20.-/mese.

E’ previsto uno sconto di 20 .- per fratelli /sorelle 

 

Dopo 30 gg. di assenze ingiustificate senza che la famiglia ne dia comunicazione alla Direzione, il bambino perde il diritto alla conservazione del posto.

 

NB:La Scuola ha la facoltà, in presenza di una particolare difficile situazione gestionale, di modificare l’ammontare della retta nel corso dell’ anno scolastico possibilmente condividendo la decisione con i genitori.

 

9.ASSICURAZIONE INFORTUNI

 

I bambini, durante l’orario scolastico, sono coperti da assicurazione per infortuni e responsabilità civile. Al momento del verificarsi dell’evento i genitori sono pregati di consegnare alla Scuola entro2 giorniil certificato medico relativo.

 

10.IL GRUPPO INSEGNANTI S’ IMPEGNA A:

 

 

*Operare in unità secondo il principio della responsabilità condivisa

* Creare un clima d’accoglienza e di valorizzazione delle diversità.

* Far conoscere il percorso formativo e motivarne gli obiettivi e le 

finalità

* Organizzare assemblee di classe ed essere disponibile ai colloqui individuali con i genitori.

* Valutare periodicamente la globalità dell’esperienza scolastica.

* Mantenere la massima riservatezza su ogni informazione di tipo personale.

* Rispettare le scelte educative della famiglia nella disponibilità al dialogo e al confronto.

* Stabilire rapporti di collaborazione con i genitori, nel rispetto delle rispettive reciproche competenze a supporto di attività didattiche e di iniziative della scuola.

* Non diffondere in rete (internet) foto e video degli alunni.

 

11.I GENITORI S’ IMPEGNANO A:

 

* Leggere e sottoscrivere il P.O. F.

* Rispettare lo stile educativo della scuola

* Partecipare alle riunioni formative offerte dalla Scuola.

* Essere attenti alle comunicazioni.

* Valorizzare l’esperienza scolastica dei figli.

* Esprimere pareri e proposte costruttivi.

* Non diffondere in rete (internet) foto e video dei bambini frequentanti la scuola.

* Collaborare per le iniziative scolastiche (Delibere Consiglio d’Istituto) e igiene in alcuni momenti dell’anno degli spazi e dei materiali scolastici.

 

 

Il progetto educativo

 

 

La proposta educativa della Scuola “S. Lucia Filippini” mira alla costruzione di un ambiente educativoottimale, alla costituzione di un clima relazionalecapace di tutelare le specifiche individualità e di far assumere agli alunni comportamenti autonomi e responsabili. La Scuola si configura, pertanto, come luogo di formazione umana,sociale e culturaledel bambino, oltre che come ambiente privilegiato per una vitale esperienza di fede.

La Scuola “Santa Lucia Filippini” si fa carico di educare il bambino al valore della persona, alla libertà e all’autonomia, alla ricerca della verità per aiutarlo:

 

 

 

*a trovare il senso della vita

*mirare fin dalla prima infanzia alla formazione del cuore e del carattere

*sviluppare la capacità di cogliere criticamente gli sti moli della cultura contemporanea

*ad aprirsi alla multiculturalità per divenire cittadino dell’Europa e del mondo

 

 

 

La Scuola dà priorità all’educazione e allo sviluppo affettivo, cognitivo e sociale dei bambini e delle bambine di età compresa tra i tre ed i sei anni, promuovendone l’autonomia, la creatività, l’apprendimento ed operando per assicurare una effettiva uguaglianza delle opportunità educative nel rispetto dell’orientamento educativo dei genitori.

La nostra Scuola si propone anche di potenziare la cultura dell’inclusione scolastica per rispondere in modo efficace alle necessità di ogni alunno che, con continuità o per determinati periodi manifesti bisogni educativi speciali.

 

 

La scuola inoltre si impegna a:

 

-seguire gli ORIENTAMENTI PASTORALI DELL’EPISCOPATO ITALIANOper il decennio 2010/2020, favorendo esperienze significative per sviluppare nel bambino:

 

STIMA DI SÈ che è alla base della capacità di amare;

LIBERTÀ ED AUTONOMIA premesse per vivere una vita buona; 

RELAZIONI POSITIVE per permettere l’apertura al noi;

GIOIA E AMORE per saper discernere sentimenti positivi e negativi;

SACRIFICIOper la conquista di un successo gratificante;

RISPETTO DELLE COSE E DELL’AMBIENTE 

per salvaguardare la natura;

CURIOSITÀ del bambino rispetto ai grandi misteri della vita;

INCONTRO CON GESÙ che è sostegno per una vita buona.

 

-Educare alla vita buona del Vangelo significa

rendere le persone consapevoli della forza e della gioia che solo la fede è in grado di donare. 

Il compito dell’educatore cristiano è portare la buona notizia, che il Vangelo può trasformare il cuore dell’uomo, aprendolo al linguaggio della fraternità e della bellezza nella sua relazione col creato, per evitare che esso operi come dominatore e mero sfruttatore delle risorse naturali… 

(dall’Enciclica “ Laudato si’ ” di Papa Francesco).

 

Criteri di formazione delle classi

La scelta operata dalla scuola è stata quella di formare sezioni eterogenee, BLU anticipatari, GIALLI tre anni, VERDI quattro anni, ROSSI cinque anni, in modo da rafforzare, attraverso lo scambio di esperienze, lo sviluppo dell’identità personale, l’autonomia e le competenze dei bambini. La formazione delle sezioni con l’inserimento dei nuovi iscritti avviene a settembre dopo un breve periodo di osservazione iniziale delle dinamiche di relazione che si instaurano tra bambino/bambino nell’ipotetico gruppo classe. Solo a discrezione del Collegio Docenti dopo un’attenta valutazione si potrà presentare la necessità di un cambio di sezione.

Nel pomeriggio, mentre i Gialli e Blu riposano, i bimbi Verdi e Rossi svolgono attività laboratoriali per fasce di età.

 

ROUTINE SCOLASTICA

 

L’orario giornaliero è così strutturato:

07.30 / 08.00

servizio anticipato di accoglienza a pagamento per i richiedenti

08.00 / 09.00

accoglienza

09.00 / 09.15

saluto e preghiera in salone

09.15 / 09.30

merenda in sezione

09.30 / 11.15

svolgimento delle attività di sezione o intersezione

11.15 / 11.30

preparazione al pranzo

11.30 / 12.30

pranzo

12.30 / 13.30

gioco libero e attività strutturate di intersezione nei locali interni (salone) o esterni (giardini) e rientro in famiglia per alcuni alunni

13.30 / 13.45

igiene

13.45 / 15.30

attività di Laboratorio per i bambini Verdi (Medi) e

Rossi (Grandi ) e riposo per i bambini Gialli e Blu (piccoli e anticipatari)

15.30 / 16.00

preparazione al rientro in famiglia

16.00 / 17.00

servizio post-scuola a pagamento per i richiedenti

 

 

 

Per rispondere alle esigenze di alcune famiglie che hanno la necessità di lasciare i bambini a scuola dopo le 16.00, la scuola mette a disposizione il servizio del POST­ - SCUOLA(16.00-17.00).

I bambini durante quest’ora, dopo aver fatto merenda, saranno accompagnati dall’insegnante Germana a divertirsi trascorrendo serenamente questo momento tra giochi, attività manipolative, creative e narrative che favoriscano appunto la scoperta fisica ed emotiva di tutto cio’ che li circonda.

Tempo permettendo, saranno favoriti giochi all’aperto.

 

 

 

 

U.d.A. anno scolastico 2018/2019

 

 

Questo...sono io!!!”

 

 

Il cuore ha ragioni che la ragione non conosce” Pascal

 

La voglia di conoscere si fonda sull’emozione e su precedenti esperienze affettive gratificanti. Vale la pena conoscere il mondo solo se il mondo è capace di lasciare tracce coinvolgenti nella memoria e solo se queste tracce rispondono a domande di senso e significato, solo se la mente è affettivamente coinvolta, gratificata e rassicurata nella sua esplorazione.”

Ilprogetto dell’anno scolastico 2018/2019 Questo…sono io!” intende offrire momenti di riflessione sul valore dello stare insieme creando un clima sereno in cui il bambino si senta pienamente accolto e sia consapevole della sua possibilità e diritto di esprimersi. Osservando i bambini abbiamo constatato che hanno il bisogno di relazionarsi con l’altro in modo positivo, riconoscendo e comprendendo i loro sentimenti e quelli degli altri. Nello stare l’uno accanto all’altro sperimenteranno il confronto con i diversi modi di stare bene insieme, le possibilità di negoziare e mettersi d’accordo, conoscersi e rispettarsi, ma prima di tutto essere consapevoli delle proprie ed altrui sensazioni ed emozioni. Preoccuparsi delle emozioni dei “nostri” bambini significa costruire i presupposti per lo sviluppo della conoscenza di sé, degli altri e, conseguentemente, del mondo. Da qui l’importanza di creare un percorso che aiuti il bambino a leggere e comprendere il suo mondo interiore, offrendogli la possibilità di riconoscere i suoi sentimenti e le sue emozioni, per avviarlo verso una maturazione della sua identità e la conquista dell’autonomia personale. Punto di partenza sarà il corpo, considerato come canale privilegiato di espressione delle proprie ed altrui emozioni e utilizzeremo attività ludico-motorie, grafico-pittoriche, musica e drammatizzazione come esperienze in grado di stimolare nel bambino una competenza emotiva. I bambini saranno accompagnati alla scoperta del loro mondo interiore da un personaggio guida rappresentato daTino, l’omino biscottino.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CALENDARIO SCOLASTICO 2018/2019

 

 

SOSPENSIONE DELLE ATTIVITA’ SCOLASTICHE

 

TUTTI I SANTI

(Ponte solennità tutti i Santi)

Giovedì 01 e Venerdì 02 novembre 2018

VACANZE

NATALIZIE

Da Sabato 22 dicembre 2018

a Domenica 06 gennaio 2019

CARNEVALE

da Lunedì 04 marzo 2019

a Mercoledì delle Ceneri 06 marzo 2019

VACANZE PASQUALI e ponte 25 aprile

da Giovedì 18 aprile 2019

a Giovedì 25 aprile 2019

FESTA DEL LAVORO

Mercoledì 01 maggio 2019

SANTI PATRONI

Martedì 14 maggio 2019

FESTA NAZIONALE DELLA REPUBBLICA

Domenica 02 giugno 2019

FINE ATTIVITÀ 

DIDATTICA

 

 Venerdì 28 giugno 2019

 

 

 

NB: Nei giorni giovedì 27 e venerdì 28 giugno 2019, la scuola rimarrà aperta fino alle ore 13.00, per permettere alle insegnanti nel pomeriggio, di programmare le attività per l’anno scolastico 2019/2020.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

EVENTI A SCUOLA 2018/2019

Alcune date potranno subire modifiche

 

 

 

 

 

 

OTTOBRE ‘18

Martedì 02  FESTA DEI NONNI  ore 09,30-10,30

Nonni e nipotini a scuola (tempo permettendo, 

festa nel giardino della scuola) 

 

Giovedì 12  CASTAGNATA sui Colli (Monte Fiorine)

pranzo a sacco , ogni bimbo accompagnato da un adulto, 

In caso di maltempo la gita verrà annullata e ci sarà 

regolare attività scolastica).

 

Mercoledì 24  1° incontro formativo genitori  ore 20,30-10,30

 

 

NOVEMBRE ‘18

Venerdì 09  CASTAGNATA A SCUOLA

dalle ore 18,30 alle 20,30 (tutti invitati)

Sabato 25 e Domenica 26 Vendita dolci per attività didattiche

 

DICEMBRE ‘18

Sabato 15  FESTA DI NATALE IN CHIESA ore 16,00

(tutti invitati)

 

Venerdì 21 BABBO NATALE A SCUOLA (solo bimbi)

 

GENNAIO ‘19

Martedì 08  VISITA PRESEPI (solo bimbi)

 

Venerdì 25  2° incontro formativo genitori  ore 20,30-10,30

 

 

 

FEBBRAIO ‘19

Giovedì 28  CARNEVALE A SCUOLA (solo bimbi)

ore 13,00 tutti a casa

 

MARZO ‘19

Sabato 02  GRAN BALLO IN MASCHERA 

dalle ore 18,30 alle 20,30 (tutti invitati)

Martedì 19 Festa Papà in teatro ore 16,00

Venerdì 22  ASSEMBLEA FINANZIARIA  ore 20,30

(tutti invitati)

APRILE ‘19

GITA SCOLASTICA  (tutti invitati)

 

 

 

MAGGIO ‘19

Sabato 04 e  Domenica 05  Vendita dolci pro-scuola

Domenica 05  Festa S. Lucia Filippini Patrona della Scuola 

Santa Messa ore 11.00 in Chiesa

 

Sabato 19  FESTA DI FINE ANNO ore 16,00 (tutti invitati)

 

Lunedì 20 Saggio bimbi Medi ore 14,00

Martedì 21 Saggio bimbi Grandi ore 14,00

Giovedì 23 Lezione aperta Piccoli in mattinata

 

 

GIUGNO ‘19

 

Giovedì 13  BICICLETTATA IN TAVELLO

(tutti invitati e ….tempo permettendo!!!...)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Consigli per genitori che hanno fretta

 

 

1.I primi anni di vita sono importanti: è in questo periodo che si posano le strutture fondamentali della persona.

 

2.Ricordate che ogni bambino è unico. Non esiste l’educazione al plurale.

 

3.I bambini imitano quello che fate. Non faranno mai quello che ordinate. Soprattutto non fate prediche. I bambini imparano solo quello che vivono.

 

4.Siate pazienti. Anche con voi stessi. Nessuno ha mai detto che sia facile essere un genitore.

 

5.Riconoscete i vostri errori e scusatevi. Abbiate il coraggio di essere imperfetti e consentire ai vostri figli di esserlo.

 

6.Non siate iperprotettivi. Cercate le occasioni giuste per tirarvi indietro e consentire ai vostri figli di mettere alla prova la loro forza e le loro capacità. Aiutateli ad essere forti e a riprendersi quando le cose vanno male.

 

7.Riservate del tempo per ridere insieme e divertitevi insieme. Vivete i vostri valori nella gioia. Se fate la morale tutto il giorno ai vostri figli verrà voglia di scappare.

 

8.Imparate a relativizzare i problemi, ma risolveteli.

 

9.Un bambino umiliato non impara nulla. Eliminate la critica e minimizzate gli errori. Sottolineando costantemente gli errori, noi scoraggiamo i nostri figli, mentre dobbiamo ricordarci che non possiamo costruire sulla debolezza, ma soltanto sulla forza.

 

10.Non giudicate gli altri genitori dai loro figli e non mettetevi in competizione per i figli con parenti e amici.

 

11.Mantenete la parola. Siate coerenti. Attenetevi alle decisioni prese. Non promettete o minacciate a vanvera.

 

12.Raccontate loro la storia di Gesu’. Tocca a voi.